Castello di Santa Severa | Cosa vedere e visitare nei castelli, fortezze e rocche del Lazio
Booking.com
CASTELLO DI SANTA SEVERA

Guida alla Visita dei Castelli e Fortezze d'Italia | Informazioni e Spunti di Viaggio


Le molteplici sovrapposizioni di stili architettonici fanno del Castello di Santa Severa una delle più interessanti aree storico archeologiche presenti sulla costa del Mar Tirreno a nord della capitale. Infatti, la storia del sito su cui sorge il Castello di Santa Severa ha origini molto remote: bisogna infatti risalire al periodo etrusco per trovarne le prime testimonianze.  Pyrgi era una città portuale collegata all’antica Caere (l'attuale Cerveteri) che fu fondata dagli etruschi tra la fine del VII e gli inizi del VI secolo a.C. L'abitato si estendeva intorno al porto che racchiudeva, oltre all’area oggi occupata dal borgo e dal castello, anche l’area del santuario posto all’estremità meridionale del borgo stesso.
Durante il corso del III sec. a.C. i romani fondarono, sull'antica Pyrgi un castrum circondato da imponenti mura poligonali che rimase abitato, con molta probabilità, fino al V sec. d.C. Nel periodo altomedievale, dopo un breve periodo di abbandono successivo alle invasioni saracene del IX secolo, il castrum romano fu nuovamente abitato prendendo forma in quello che viene conosciuto con il nome di Castellum Sanctae Severae. La prima testimonianza scritta dell'esistenza del luogo risale all'anno 939. Infatti, a cavallo tra il X e l'XI secolo venne costruito dai Conti della Tuscia un fortilizio dedicato alla giovane martire Severa, uccisa in un luogo poco distante dal castrum. La prima testimonianza del castello, invece, risale al 1068 anno in cui Gerardo di Galeria donò il fortilizio e la vicina chiesa all'Abbazia di Farfa di cui rimase proprietaria fino al 1130. In quest'anno, infatti, papa Anacleto II donò tutta l'area in cui sorgeva il castello all'Abbazia di San paolo Fuori le Mura. Durante il XIII e XIV secolo il Castello di Santa Severa passò di mano a monte famiglie della nobiltà romana tra le quali gli Orsini, Anguillara e i Bonaventura. Nel 1482 Santa Severa diventò un possedimento dell' Ordine del Santo Spirito che ne fu proprietario  fino al 1980 anno in cui tutto il complesso venne acquisito dalla Regione Lazio che, a sua volta, ne ha affidato la gestione al Comune di Santa Marinella.
Nel corso dei secoli XVI e XVII, il castello, oltre ad ospitare diversi papi tra cui Gregorio XIII (1580), Sisto V (1588) e Urbano VIII (1633) venne ulteriormente ingrandito, arricchito e arredato . Fu proprio in questo periodo che il castello raggiunse la massima estensione e si presentava come appare oggi agli occhi del visitatore.
Al XVII secolo, periodo il cui il castello raggiunse la massima funzionalità e splendore, seguì un periodo di lenta decadenza che culminò durante il periodo del secondo conflitto mondiale quando, durantvisita al castello di santa severae l'occupazione, l'esercito tedesco lo utilizzò come postazione militare di rilevanza strategica.
Negli ultimi anni il Castello di Santa Severa è stato oggetto di diversi lavori di restauro da parte della pubblica amministrazione  durante i quali è stato rinvenuto un tratto delle antiche mura poligonali risalenti al III secolo a.C.
Nulla o quasi rimane invece dell'antico castello costruito dai Conti della Tuscia mentre ben visibili sono le costruzioni erette tra il XV (periodo in cui il castello prese la forma quadrangolare) e il XVII secolo. Suggestive risultano una serie di sovrapposizioni di stili architettonici che fanno di questo fortilizio una vera e propria rarità. Si possono osservare, inoltre, le tre cinte murarie che circondano il nucleo centrale del Castello di Santa Severa. La prima cerchia risale al XVII secolo, la seconda al XVI secolo e tra queste sorge il piccolo borgo medievale che accoglie, al suo interno, la chiesa dell'Assunta. Oltre il borgo è possibile ammirare la terza cinta, munita di torri e merli, voluta dalla famiglia Orsini nel corso del suo dominio a Santa Severa.



Scheda Tecnica e Accessibilità

Comune: Santa Marinella
Altezza: 0 metri s.l.m.
Data costruzione: X secolo
Tipologia: Castello Medievale
Primo proprietario: Conti della Tuscia
Attuale proprietario: Comune di Santa Marinella
Condizioni attuali: restaurato
Accessibilità: visitabile
Sito web: www.santasevera.it





Mappa




Visita anche:

Scopri gli altri Castelli, Fortezze e Rocche nel Lazio
Scopri gli altri Castelli, Fortezze e Rocche in Italia
I Borghi più belli d'Italia
I Siti Archeologici in Italia
Luoghi e Mete turistiche nel Lazio

Castello di Santa Severa | Guida alla Visita dei Castelli del Lazio


Una vacanza o un weekend nei luoghi piu' belli d'italia

UNA VACANZA O UN WEEKEND
NEI LUOGHI PIU' BELLI D'ITALIA


Hotel
Bed and Breakfast
Appartamenti
Ville
Resort
Affittacamere







Visita le Città d'Arte
Roma
Firenze
Venezia
Bologna
Mantova
Ferrara
Lecce
Pisa
Trieste
Siena
Genova
Napoli
Pavia
Palermo
Perugia
Arezzo