Isole di Capri, Ischia e Procida | Cosa Visitare | Mete Turistiche più belle da Vedere in Campania
Booking.com
ISOLA DI CAPRI, ISOLA D'ISCHIA E ISOLA DI PROCIDA

Cosa vedere e cosa visitare nelle Isolwe di Capri, Ischia e Procida | Informazioni utili per il tuo viaggio


Chi non ha mai sentito nominare le magnifiche isole, immerse nel Mar Tirreno e vicine al Golfo di Napoli, di Capri, Ischia e Procida? Questo gruppo di tre isole è ogni anno meta di un turismo di massa e d’elite tra i più ricercati e famosi non solo d’Italia ma del mondo. La loro fama è dovuta essenzialmente ai suggestivi e affascinanti paesaggi e scorci naturali tipici del mediterraneo e agli splendidi borghi principali ovvero Capri, Ischia e Procida.

La bellissima e rinomata Isola di Capri è situata nel Golfo di Napoli, di fronte alla penisola sorrentina. Il suo nome avrebbe origine greca e deriva dal termine “kapròs” (cinghiale), o dal latino “Caprae” (capre).
L'Isola di Capri, al contrario delle isole di Ischia e Procida, è di origine carsica. In antichità era unita alla Penisola Sorrentina, che poi nel corso dei mille fu sommersa dal mare, formando lo stretto conosciuto oggi come Bocca Piccola. L'isola è caratterizzata da monti tra cui i principali sono il Monte Solaro e il Monte Tiberio e da altipiani: il più grande è chiamato di Anacapri. I centri storici piì importanti dal punto di vista atroico e turistico sono Capri, Anacapri, Marina Grande e dal lato opposto, Marina Piccola.
Anacapri è collegata al porto di Capri attraverso un sentiero roccioso da cui nacque la Scala Fenicia (costruita dai greci). Nel Novecento Capri fu visitata da personaggi e artisti famosi come Pablo Neruda, Curzio Malaparte, Sibilla Aleramo e molti altri. Ma i luoghi più belli da vistare sull’isola e che le ha conferito un’indubbia fama sono gli spettacolari Faraglioni e la straordinaria bellezza della Grotta Azzurra posta sul versante nord dell’isola.

Dall’Isola di Capri, si può avvistare la magnifica Isola d’Ischia (Pithekoussai o Pithecusae, da pithos - vaso e isola dei vasai o pitueios – ricco di pini, o ancora isola della resina - dei pini - da cui viene “insula visca vixos” – appiccicoso e quindi Isola d'ischia), la terza isola italiana più popolosa dopo Sicilia e Sardegna e la più grande.  Ischia ha una superficie di circa 46,3 km quadrati e una costa di 34 km. Al centro dell'isola troneggia il monte Epomeo (788 m) che è il vulcano di cui è costituita.
Un particolarissimo ritrovamento, da parte dell'archeologo tedesco Giorgio Buchner, fu la coppa di Nestore (del 725 a.c.), su cui era incisa la più antica poesia scritta in lingua greca. I primi abitanti furono gli Euboi che si occuparono di viticoltura (così come lo facevano i Greci), con i muretti a secco di tufo verde. Ischia è un'isola di carattere vulcanico. Qui regna sovrano unvisita all'isola di capri clima mite e variabile. Per rilassarsi, curarsi e rinfrancarsi si può godere delle acque termali di Ischia, utilizzate già da tempi remoti (gli euboici del VIII secolo a.C. e i greci i quali credevano che le acque potessero essere fonte di guarigione e salute) tanto che furono eretti anche templi per onorare gli Dei, come quello di Apollo a Delfi. Usufruirono delle meravigliose terme anche personaggi come Garibaldi (dopo la battaglia di Aspromonte), Camillo Benso Conte di Cavour e Arturo Toscanini. Negli anni '60, con l'aiuto di Angelo Rizzoli, Ischia divenne una rinomata meta turistica e residenza scientifica. Vi sono diverse ville di origine romana il cui scopo era quello di servire come luogo di vacanza e successivamente come punto di riferimento per dedicarsi alla viticoltura.
Il borgo più interessante da visitare è senza dubbio Ischia. Il centro storico offre al visitatore piacevoli passeggiate lungo i caratteristici vicoli, dove si respira la tipica atmosfera mediterranea e dove si potranno visitare monumenti di un certo interesse storico e architettonico come il Castello Aragonese risalente al XV secolo, il Palazzo Reale e la Torre del Guevara.

La terza isola, Procida (prochyta in romano, Prima Cyme (prossima a Cuma), o prokeitai (giace) o prochyo (in latino profundo), proceta in napoletano), oggigiorno, si offre alla nostra vista con le sue caratteristiche case (già dall'Alto Medioevo e il XVIII secolo) di color pastello, con archi e scale rampanti (l'arco come ingresso unito, sopra, ad un terrazzo o vèfio, dall'antico tedesco waif e la scala rampante per salire al piano superiore). Le volte sono a vela, o più spesso, a botte. Il suo perimetro molto diversificato, è di quasi 16 km, il suo monte più alto è costituito dalla collina di Terra Murata (91 m), su cui sorge un borgo con una fortezza medievale. Si collega al Golfo di Napoli attraverso il Canale di Procida e un ponte lo unisce a Vivara, una minuscola isola nelle vicinanze. Le sue coste sono di isola d'ischiasabbia o rocciose e vi sono tre piccoli porti sul lato nord, uno su quello orientale e un altro su quello meridionale. Anche l’Isola di Procida è di origine vulcanica (costituita da tufo giallo, verde e basalti).
La cucina, fresca e meravigliosa, di queste isole è caratterizzata dai prodotti tipici del luogo, come l'ottimo olio, la mozzarella, il pomodoro, il pesce fresco, la caciotta e le melenzane, superbamente condite con erbe aromatiche, che qui trovano il clima ideale per crescere come il basilico, origano, aglio e peperoncino.
Da gustare sono i succulenti ravioli, con sugo di pomodoro fresco o ripassati nel burro con la salvia, totani e patate o totani ripieni, alici marinate, la famosa insalata caprese (pomodoro e mozzarella di bufala), la torta caprese (con mandorle e cioccolato) e come digestivo, il fragrante liquore al limone, detto limoncello.
L’offerta turistica delle tre isole si arricchisce con un’ampia scelta di feste tradizionali sia di carattere religioso che storico. Si avrà la possibilità di assistere e partecipare ad eventi di grande impatto e di grande suggestione specia durante le manifestazioni religiose come il natale o il periodo pasquale.
Dunque ciò che le isole di Capri, Ischia e Procida offrono al turista è spettacolare, autentico e indimenticabile grazie anche al loro fascino latino, al clima, dalla calda ospitalità unita alla prelibatezza e genuinità dei cibi e i profumi intensi del mare.




Appunti di Viaggio e Informazioni Turistiche




A.A.C.S.T.
(Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo)

Piazzetta I. Cerio,11
80073 Capri (NA)
Tel. + 39 081.83.70.424
Fax +39 081.83.70.918


I.A.T. (Ufficio Informazioni e di Accoglienza Turistica)

Piazza Umberto I
80073 Capri (NA)
Tel. + 39 081.83.70.686


A.A.C.S.T.(Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo)

Corso Colonna, 108
80077 Ischia (NA)
Tel. + 39 081.50.74.211
Fax +39 081.50.74.230



Mappa




Visita le altre mete turistiche più belle d'Italia

Visita i Borghi della Campania
Scopri i borghi più belli d'Italia
Scopri i Parchi Nazionali e Naturali in Italia

Isola di Capri, Ischia e Procida | Mete e Destinazioni Turistiche da visitare in Italia


Una vacanza o un weekend nei luoghi piu' belli d'italia

UNA VACANZA O UN WEEKEND
NEI LUOGHI PIU' BELLI D'ITALIA


Hotel
Bed and Breakfast
Appartamenti
Ville
Resort
Affittacamere







Visita le Città d'Arte
Roma
Firenze
Venezia
Bologna
Mantova
Ferrara
Lecce
Pisa
Trieste
Siena
Genova
Napoli
Pavia
Palermo
Perugia
Arezzo